Museo della Sanità Pistoiese

Il museo della Sanità Pistoiese è allestito nello storico ex ospedale del Ceppo. Nel museo sono esposti circa 270 strumenti  in 8 grandi teche. Gli strumenti sono appartenuti alla Scuola Chirurgica dell’Ospedale del Ceppo e sono databili tra il 1600 ed il 1900.

Gli strumenti esposti nel museo riguardano le branche della chirurgia, ortopedia, ginecologia e ostetricia. Per l’ostetricia è esposta la macchina del parto, una macchina ottocentesca utilizzata dagli studenti a lezione per simulare il parto. I pezzi esposti documentano nel miglior modo possibile il progresso medico chirurgico che è avvenuto nella storia dell’ospedale pistoiese.

L’esposizione propone, oltre alle 8 teche, anche vari totem multimediali. Questi servono a spiegare la funzione dei vari strumenti, approfondire la storia dell’Ospedale del Ceppo e rendere note le biografie dei medici più illustri che hanno operato in quelle stesse sale. Nel tavolo multimediale centrale è possibile consultare una versione digitalizzata dell’ Atlante Anatomico di Paolo Mascagni. Sempre nel solito tavolo si trova un gioco didattico interattivo sul corpo umano. Dopo l’esposizione della strumentazione si trova una proiezione che ha come protagonisti due dei medici che più hanno influenzato lo sviluppo della medicina pistoiese: Bastiano Marcacci e Filippo Pacini.

Il vero gioiello di tutto il museo è il Teatro Anatomico. Il teatro era il luogo in cui gli studenti pistoiesi assistevano alle lezioni di medicina.

L’accesso per la visita al museo della sanità pistoiese sarà consentito a gruppi di massimo 20 persone alla volta. Per partecipare è necessaria una prenotazione da fare personalmente a Pistoia Informa – Piazza del Duomo,1 – oppure chiamare il numero verde 800012146 entro le ore 13:00 del venerdì.

Per la visita è necessario il pagamento della tariffa chiamata “tariffa gruppi dei musei comunali” che equivale a 2 euro.

Orario museo

GiornoMattinaPomeriggio
Sabato10:3016:00

Galleria immagini


Mappa

Condivivi sui SocialShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestShare on TumblrEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *