Serravalle Pistoiese

Serravalle Pistoiese è un comune con circa 12.000 abitanti situato in provincia di Pistoia; rappresenta un punto di unione tra Firenze, Pistoia, Prato e la Valdinievole.

Il comune di Serravalle Pistoiese è costituito da un territorio prevalentemente pianeggiante e a tratti collinare, ed è classificato a sismicità medio-alta.

Presenta una popolazione di circa 11650  abitanti, di cui 6530 nella frazione di Casalguidi.

Come Raggiungere Serravalle

Dall’ Autostrada A11 – Firenze Mare, uscendo al casello di Montecatini Terme (per chi proviene dalla direzione del mare) e percorrendo la S.S. 435 – Lucchese in direzione di Pistoia; Per chi viene da Firenze, l’uscita è quella di Pistoia e da qui si percorre la S.S. 435 Lucchese in direzione di Montecatini Terme.

Il comune di Serravalle Pistoiese è diviso in due sedi principali: la principale e la sede distaccata di Casalguidi. E’ possibile raggiungere Casalguidi Dall’Autostrada A11 – Firenze Mare, uscendo al casello di Pistoia e seguendo le indicazioni per Vinci ed Empoli.

Cosa visitare a Serravalle

Serravalle Pistoiese è un borgo medievale sormontato dalla Rocca Nuova, una vecchia torre chiamata così perchè è stata trasformata nel nuovo campanile della chiesa di Santo Stefano, nella parte più antica del paese. La Rocca di Serravalle presenta una storia molto frastagliata, piena di guerre tra i comuni di Lucca e Pistoia, che la fanno apparire attualmente in parte distrutta.

Palio dei Rioni
Fonte foto: visititaly.it

Uno degli eventi principali che avvengono a Serravalle è il Palio dei Rioni, che avviene ogni 17-18 Agosto fin dal 1993. In questa competizione si sfidano 4 rioni: Serravalle, con i colori bianco e nero; Castellina, con i colori verde e marrone; Masotti, con i colori blu e rosso e il rione Ponte di Serravalle, con i colori verde e rosso. La gara consiste in 4 volè (tornate) di 3 frecce cadauno da lanciare da una distanza di 18 metri sul bersaglio nel paglione accanto ad una sagoma in cui è riprodotta la forma di un soldato.

Dal punteggio ottenuto vengono scelti da una giuria i 4 migliori arcieri che in caso di parità si sfideranno fino ad arrivare al più valente tiratore. Si procederà di seguito all’assegnazione dei mercenari ai vari rioni per il torneo “Palio dei Rioni”: al primo arciere qualificato viene assegnato il quarto rione classificato nel palio precedente, il secondo al terzo classificato, il terzo al secondo classificato e il quarto al vincitore del Palio in modo da controbilanciare la bravura dei vari rioni rendendo la gara più imparziale.

Un altro punto di attrazione è la Torre del Barbarossa,Torre del Barbarossa la quale origine è sconosciuta, anche se le leggende culturali narrano che venne costruita nel VI secolo dai longobardi, dopo aver sfondato il “limes bizantino”, perchè era un punto strategico dal quale si poteva notare l’avanzamento di un esercito anche con largo anticipo.

Mentre secondo l’ipotesi più sicura e gettonata venne costruita da Pistoia per dotare anche la cittadina di Serravalle di un castello, in modo da potersi difendere dagli attacchi nemici.

Architetture religiose

Le due principali architetture religiose sono:

Chiesa di SerravalleChiesa di Santo Stefano, è la chiesa di Serravalle, si trova nel centro del paese e ha come campanile la Rocca Nuova.

Una delle opere principali presenti al suo interno è una tavola Cristo in pietà tra due angeli e i simboli della passione, un Crocifisso ligneo di Giovanni Zeti, e due sculture in terracotta realizzate da Buglioni, che raffigurano Sant’Antonio abate  e San Lodovico da Tolosa.

 

 

 

 

 

Chiesa di Casalguidi
Fonte foto: mapio.net

Chiesa di San Pietro, si trova nella piazza principale di Casalguidi, e conserva tra le opere di maggior rilievo una tavola raffigurante la Madonna col Bambino e i Santi, e una tela di Alessio Gemignani, che sintetizza le due devozioni mariane alla Vergine Assunta e a quella del Rosario.

Possiamo anche trovarvi gli affreschi, nella parte alta della navata e del transetto, del pistoiese Pietro Ulivi.

 

 

 

Mappa

 

Condivivi sui SocialShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestShare on TumblrEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *